Le ferratelle “Le pizzelle”

Alzi la mano chi non conosce queste deliziose cialde, emblema della tradizione dell’Abruzzo più vero!

Le Ferratelle (anche chiamate “pizzelle”) prendono il nome dal tipico attrezzo dentro il quale vengono cotte, un arnese con due piastre di ferro che si chiudono a tenaglia.

In passato erano di esclusivo appannaggio delle famiglie nobili che personalizzavano gli stampi con lo stemma del loro casato: sovente facevano parte della dote delle giovani spose.

Oggi, accanto al ferro dalla rettangolare forma tradizionale, si trovano in commercio altri tipi di stampi: è possibile realizzarle a cuoricino (spesso utilizzate come decorazione sulle coppe di gelato) o come dei piccoli ventagli.

A seconda della profondità della scanalatura della piastra, la ferratella risulterà più croccante o più morbida.

 

Ingredienti

  • • Uova 4 (2 intere e 2 tuorli)
  • • Semi di anice
  • • Farina 400 gr. circa (ma considerate che l’impasto potrebbe ritirarsi anche qualcosa in più)
  • • Buccia grattugiata di un grande limone
  • • Olio evo 4/6 cucchiai
  • • Zucchero 4 cucchiai
  • • Uova 4 (2 intere e 2 tuorli)
  • • A discrezione un paio di cucciai di mosto cotto o rum
  • • Semi di anice
  • • Farina 400 gr. circa (ma considerate che l’impasto potrebbe ritirarsi anche qualcosa in più)
  • • Buccia grattugiata di un grande limone
  • • Olio evo 4/6 cucchiai
  • • Zucchero 4 cucchiai
  • • A discrezione un paio di cucciai di mosto cotto o rum

Introduzione

  1. Amalgamare gli ingredienti creando un impasto morbido e non troppo liquido. Formare delle quenelle con due cucchiai della grandezza di una noce. Porre il ferro sul fuoco per farlo scaldare, ungendo bene le scanalature (aiutatevi con un pennellino di silicone). Quando è ben caldo, introdurre all’interno la quenelle di impasto, chiudere bene facendo aderire a perfezione le due piastre e cuocere le ferratelle per circa due minuti a lato. Le ferratelle possono essere anche farcite unendole a due a due e ponendo all’interno un ripieno di marmellata o nutella.
  2. Amalgamare gli ingredienti creando un impasto morbido e non troppo liquido. Formare delle quenelle con due cucchiai della grandezza di una noce. Porre il ferro sul fuoco per farlo scaldare, ungendo bene le scanalature (aiutatevi con un pennellino di silicone). Quando è ben caldo, introdurre all’interno la quenelle di impasto, chiudere bene facendo aderire a perfezione le due piastre e cuocere le ferratelle per circa due minuti a lato. Le ferratelle possono essere anche farcite unendole a due a due e ponendo all’interno un ripieno di marmellata o nutella.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *