19 marzo San Giuseppe

La festa del papà

Rinnovando un’antichissima tradizione, il 19 marzo, i devoti di Monteferrante celebrano la festa di san Giuseppe con una rappresentazione della “Sacra Famiglia”, che vede interpretare San Giuseppe, la Madonna e il Bambino da abitanti del paese, opportunamente scelti per età e riconosciute qualità morali, e con la preparazione delle “Tavole”, un ricco banchetto un tempo allestito nella casa privata di una di sette famiglie che ogni anno a turno portavano avanti questa tradizione, Massa, Berardinelli e Di Fabio.
Secondo le testimonianze orali l’uso delle tavole risalirebbe ad un preciso desiderio del santo che sarebbe apparso ai capostipiti di due famiglie per invitarli a condividere con i poveri del paese un pranzo e a perpetuare in suo onore tale usanza. Successivamente si sarebbe inserita la rappresentazione dei personaggi sacri. Le due cerimonie seguono un preciso rituale, che sebbene con leggere variazioni ha conservato le caratteristiche originarie. I personaggi della “Sacra Famiglia” la mattina si recano in chiesa e, compenetrati nel loro importante ruolo, ricevono il saluto dei fedeli e siedono al primo banco, davanti all’altare maggiore.
Dopo la liturgia, accompagnati dalla folla si recano a pranzo. Qui ricevono di nuovo l’omaggio dei partecipanti e

dopo la benedizione del cibo da parte del sacerdote prendono posto alla mensa e danno inizio al pranzo consistente soprattutto in: pasta con tonno e baccalà, verdura, fave e fagioli. Dapprima si siedono tutti i capi famiglia   e poi intervengono tutti i presenti. Sono ammessi anche i visitatori casuali e i turisti in uno spirito di amicizia e fraternità. Una parte del pasto viene recapitata anche in ogni casa del paese da un apposito incaricato. Tutti devono vivere la tradizione e ricevere il cibo benedetto della tradizione.

Fai una dedica al tuo papà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *