Val di Sangro, no ai rifiuti tossici.

Val di Sangro è una cromoterapia tutta al naturale: c’è il verde dei boschi, il cangiante fiume Sangro che attraversa la vallata, il bianco della roccia calcarea e i tratturi, le strade d’erba utilizzate dai greggi per compiere la transumanza. Situata a pochi chilometri da Chieti, in Abruzzo, è anche una meta ambita per il turismo sostenibile: ci sono le cascate del Rio Verde, l’Abetina di Rossello con i singolari abeti bianchi, il lago di Serranella e, al centro della valle, il lago di Bomba. Tutto ciò potrebbe essere leso in maniera irreversibile, qualora l’incubo di molti residenti si materializzasse di nuovo nella riapertura di due centri: un impianto che smaltisce fanghi e rifiuti pericolosi e, a poca distanza, uno stabilimento che tratta scarti ospedalieri infettivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *