Abruzzo top

Abruzzo top

Iniziamo con questa rubrica una selezione di prodotti, luoghi, attività e curiosità delle meraviglie che l’abruzzo offre.

Una esplosione di SALUTE!!!
Olio Monovarietale INTOSSO biologico, accompagnato da un eccezionale vino SELEZIONE PECORINO

e con un tocco di SALUBRITÀ aggiungiamo il Tartufo Nero FRESCO a Chilometro 0.

  • Olio Monovarietale INTOSSO biologico dell’Olivicola Casolana prodotto con le olive dei soci, i cui oliveti sono coltivati tradizionalmente.

La raccolta e la molitura avviene nella prima metà del mese di Ottobre: la resa delle olive in olio è estremamente bassa (7/8%).

Tutte le fasi della produzione sono costantemente tracciate e monitorate.

L’Intosso è una varietà da mensa molto nota e diffusa nel nostro territorio casolano, dà un olio caratterizzato da un fruttato intenso di erba e carciofo fresco. In bocca manifesta potenza e spessore con richiami alla noce e alle verdure fresche, piacevole il piccante che ricorda il pepe verde. L’olio monocultivar Intosso è ottimo semplicemente sul pane, con minestre di cerali e legumi, con pesce azzurro e baccalà, carni alla brace, con rape e broccoli tra cui le tradizionali Pizze e fujie, con vari tipi di verdure spontanee e coltivate con la pizza di rantinje (granturco), bastardoni e sardelle fritte.

 

 

 

  • FEUDUCCIO PECORINO

Indicazione Geografica Tipica (IGT)

Radicato nella civiltà agricola e pastorale d’Abruzzo, il Pecorino è un vitigno precoce e dalle basse rese, che trova il suo habitat ideale nelle fresche ed elevate colline in cui si estendono i vigneti de Il Feuduccio. La grande personalità di questo bianco, frutto della nostra accurata selezione clonale da oltre vent’anni, permette un abbinamento versatile e a tutto pasto.

  • Altitudine dei Vigneti: 432 metri slm
  • Esposizione: Sud-Est/Sud-Ovest
  • Terreno: struttura mista franco-argillosa, calcarea
  • Uve: 100% Pecorino
  • Vendemmia: fine agosto, con raccolta manuale
  • Fermentazione: in acciaio inox, temperatura controllata
  • Affinamento: in bottiglia per 3 mesi

  • Tartufo nero dell’alto sangro

Che dire di questo prezioso prodotto a chitometro 0, il profumo e la bontà non fanno aprir bocca a chi lo gusta su piatti semplici della cultura culinaria abruzzese

tartufo nero

 

Tartufo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *